SCIENZE DELL'EDUCAZIONE

Opinioni Studenti SCIENZE DELL'EDUCAZIONE

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE, FILOSOFICHE E DELLA FORMAZIONE
Anno Accademico2013/2014
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-19 - SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE

LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE

Il Corso di Studio in Scienze dell'Educazione (L-19) ha l'obiettivo didattico di formare personale specializzato a rispondere ai bisogni di una societa'  che presenta richieste sempre piu' variegate di educazione con platee molti differenti tra loro (primissima infanzia, disagio minorile, educazione degli adulti e formazione continua, integrazione di migranti, sostegno alle competenze cognitive e relazionali nell'eta'  piu' avanzata).

Il Corso di Laurea forma un laureato versatile, ben formato nelle scienze umane di base (pedagogia, didattica, psicologia, scienze sociali e del territorio, antropologia, storia, filosofia, saperi letterari e linguistici...), ma gia'  dotato di esperienze pratiche in situazioni educative tipiche.

Organizzazione del corso

A partire dall'anno accademico 2011-2012 il Corso di Studi e' organizzato in due curricula "Scienze e metodologie dell'educazione" e "Animatori di nido e di comunita' della prima infanzia". Entrambi i curricula prevedono 20 insegnamenti (compreso l'esame libero) da 6 o 12 CFU. Entrambi i curricula richiedono 5 CFU per lingua straniera per il conseguimento del livello B1. Entrambi i curricula richiedono un laboratorio di attivita'  informatiche per l'educazione. Entrambi i curricula prevedono un tirocinio da svolgersi a partire dal secondo anno presso Enti esterni convenzionati con il Corso di Studi sotto la direzione di un tutor interno scelto tra i docenti. Entrambi i curricula prevedono 4 CFU per la tesi di laurea triennale. La tesi verte su un argomento inerente ai settori disciplinari presenti nel corso di laurea o che comunque sia giudicato coerente con il progetto formativo del corso.

Sbocchi professionali

I ruoli professionali corrispondono alla declaratoria dell'ISFOL (Istituto per lo Sviluppo della Formazione dei Lavoratori) e ai profili definiti dall'AIF (Associazione Italiana Formatori) e fanno riferimento alla Categoria 3 "Professioni Tecniche" -3.4 "Professioni tecniche nei servizi pubblici e alle persone": "Tutori, istitutori e insegnanti nella formazione professionale ed assimilati" della classificazione delle professioni dell'ISTAT.

In particolare il corso di laurea triennale prepara alle professioni di:

Formatori ed esperti nella progettazione formativa e curricolare;

Consiglieri dell'orientamento;

Tutor, istitutori, docenti nella formazione professionale ed assimilati;

Tecnici dei servizi di informazione e di orientamento scolastico e professionale;

Educatori per asili nido e comunita'  familiari;

Animatori per l'infanzia e la prima adolescenza.

Prosecuzione degli studi

Lo sbocco naturale del corso di laurea in Scienze dell'Educazione sono le Lauree Magistrali di Scienze pedagogiche e di altre discipline educative (classi LM-50, LM-57, LM-85, LM-93). Di esse, due sono gia'  attivate presso il Corso di Studi, la Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche (LM-85) e la Laurea Magistrale in Educatore Professionale ed Esperto della Formazione Continua (LM-57).

Primo indirizzo (Scienze e Metodologie dell'Educazione): tutor, istitutore, orientatore nei servizi educativi di base e nella formazione professionale

Funzione nel contesto lavorativo

Il Corso di laurea in Scienze dell’Educazione ha l’obiettivo di formare il personale adeguato alla richiesta sempre più variegata di educazione che proviene dalla società contemporanea e che coinvolge platee molto differenti tra loro (primissima infanzia, disagio minorile, educazione degli adulti e formazione continua, integrazione di migranti, sostegno alle competenze cognitive nell’età più avanzata). Il Corso di laurea forma un laureato ben attrezzato nelle scienze umane di base (pedagogia, didattica, psicologia, scienze sociali e del territorio, antropologia, storia, filosofia, saperi linguistici e letterari…), ma anche già dotato di esperienze pratiche in situazioni educative tipiche.

Competenze associate alla Funzione

Il curriculum "Scienze e metodologie dell'educazione"forma i profili professionali di istruttore, orientatore, formatore o tutor nei servizi educativi di base, o funzionali alla formazione professionale continua e di orientamento, erogati da scuole, Regioni, enti locali, enti di formazione, imprese e associazioni di categoria.

Le competenze fornite corrispondono a quelle descritte nella voce 3.4.2.3.1 della indagine ISFOL-ISTAT sulle professioni "Tutor, istitutori e insegnanti della formazione professionale", ovvero:

- impartire lezioni in aula

- progettare corsi o attività formative/lavorative

- coordinare l'attività didattica

- esaminare e valutare gli allievi

- svolgere attività di segreteria

- organizzare o gestire azioni di marketing

- studiare e aggiornarsi

- fornire supporto per la didattica

- gestire i rapporti con le imprese

- gestire l'aula

- monitorare e valutare le attività di formazione

- preparare le lezioni e il materiale didattico

- svolgere attività di mediazione tra gli allievi e i docenti

- valutare le capacità e le risorse degli allievi

- dialogare e relazionarsi con gli alunni

- gestire la logistica

- individuare bisogni formativi

- sostenere gli allievi e accompagnarli nell'inserimento lavorativo

- tenere contatti per posta, per telefono o per e-mail

- organizzare/partecipare a riunioni

- rilasciare attestati o qualifiche

Sbocchi Professionali

Il laureato in "Scienze e metodologie dell'educazione" può trovare occupazione nel settore dei servizi alla persona che copre la stragrande maggioranza della occupazione per i laureati della laurea triennale di Scienze dell'Educazione (dati Almalaurea 2012), con prevalenza nel settore privato. Oppure, può proseguire il percorso di studi con le Lauree Magistrali LM85 (Scienze Pedagogiche) e LM57 (Educatori Professionali e Esperti della Formazione Continua) entrambi attivate presso lo stesso CdS dell'Università di Salerno

Secondo curriculum: Educatore di Nido e di Comunità della Prima Infanzia

Funzione nel contesto lavorativo

Il Corso di laurea in Scienze dell’Educazione ha l’obiettivo di formare il personale adeguato alla richiesta sempre più variegata di educazione che proviene dalla società contemporanea e che coinvolge platee molto differenti tra loro (primissima infanzia, disagio minorile, educazione degli adulti e formazione continua, integrazione di migranti, sostegno alle competenze cognitive nell’età più avanzata). Il Corso di laurea forma un laureato ben attrezzato nelle scienze umane di base (pedagogia, didattica, psicologia, scienze sociali e del territorio, antropologia, storia, filosofia, saperi linguistici e letterari…), ma anche già dotato di esperienze pratiche in situazioni educative tipiche.

Questo curriculum è progettato per l'assistenza alla prima infanzia in situazioni come case-famiglia e comunità di accoglienza, oltre che per asili-nido e per altri luoghi di prima educazione.

Competenze associate alla Funzione

Le competenze fornite corrispondono a quelle di insegnanti di asili nido ( voce 3.4.2.3.1) dell'indagine ISFOL-ISTAT sulle professioni, ovvero:

- fornire cure fisiche al bambino (alimentazione, igiene personale, sonno, ecc.)

- organizzare le attività di gioco (gioco libero, gioco strutturato, gioco di socializzazione, ecc.)

- curare i rapporti con le famiglie

- accogliere i bambini

- organizzare gli spazi di gioco

- curare gli aspetti relazionali

- partecipare a riunioni/consigli

- pianificare e programmare il lavoro o le attività

- proporre esperienze sensoriali ai bambini

- favorire lo sviluppo dell'autonomia del bambino

- svolgere attività educative

- svolgere attività di laboratorio

- curare gli aspetti psicomotori

- curare gli spazi adibiti al sonno o all'igiene personale

- fare verifiche e scrivere relazioni sui bambini

- curare gli aspetti linguistici

- curare i rapporti con soggetti o enti esterni (ASL, scuola materna, ecc.)

- studiare e aggiornarsi

- analizzare i bisogni cognitivi ed emotivi dei bambini

Sbocchi Professionali

Il curriculum segue le tracce del precedente corso di laurea in "Scienze della Formazione dell'Infanzia e dell'Adolescenza" i cui laureati sono occupati per il 46% (indagine Almalaurea 2012) nei servizi per l'infanzia, in maggioranza nel settore privato.

Alternativamente, i laureati possono proseguire gli studi senza debiti formativi con la laurea magistrale in Scienze Pedagogiche (LM85) e con la laurea magistrale in Educatori Professionali ed Esperti della Formazione Continua (LM57) entrambi già attivate presso il CdS,

Intervistatori e rilevatori professionali3.3.1.3.2
Insegnanti nella formazione professionale3.4.2.2.0
Tecnici del reinserimento e dell'integrazione sociale3.4.5.2.0
Tecnici dei servizi per l'impiego3.4.5.3.0
Francesco Paolo ADORNO
Natale AMMATURO
Maria ANNARUMMA
Claudio AZZARA
Clementina CANTILLO
Piera DE LUNA
Enrica LISCIANI PETRINI
Giuseppina MARSICO
Maria Anna NOTO
Francesco PIRO
Ruggero ANDRISANO RUGGIERI
Tullia SACCHERI
Silvia SINISCALCHI
Davide Francesco TARIZZO
Elena VISCONTI
Francesco PIRO
Maria ANNARUMMA
Silvia SINISCALCHI
Maria Anna NOTO
Giuseppina MARSICO
Irene CHIRICO
PAOLA IZZO
ANNA VEGLIANTE
Fonte AVA-SUA
  • Ateneo