FARMACIA

Opinioni Studenti FARMACIA

StrutturaDIPARTIMENTO DI FARMACIA
Anno Accademico2013/2014
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 5 ANNI
NormativaD.M. 270/2004
Anni5
Crediti300
ClasseLM-13 - Classe delle lauree magistrali in Farmacia e farmacia industriale

II corso di Laurea Magistrale in Farmacia oltre a conferire una solida preparazione teorica/pratica essenziale all'esercizio della professione di Farmacista nell'ambito dell'Unione Europea, fornisce una preparazione scientifica avanzata in area bio-medica, che mira alla formazione di una figura professionale che possa inserirsi ed esplicare le sue competenze di esperto del farmaco a vari livelli del settore sanitario. Il Laureato Magistrale in Farmacia potrà, così, costituire un fondamentale elemento di raccordo fra paziente, medico e strutture della sanità pubblica, collaborando al monitoraggio del farmaco sul territorio, all'attuazione della terapia in ambito sia territoriale che ospedaliero e fornendo

al paziente e al medico le indicazioni essenziali per un corretto utilizzo dei farmaci. Oltre ad operare in tutte le aree tipiche della professionalità del Farmacista, il Laureato Magistrale in Farmacia potrà svolgere attività di farmacovigilanza ed operare altresì in settori quali la protezione ed il monitoraggio ambientale.

Laureato in Farmacia

Funzione nel contesto lavorativo

Il conseguimento della Laurea Magistrale in Farmacia, appartenente alla classe 2.3.1 - Specialisti nelle scienze della vita (ISFOL - Ministero del Lavoro e delle politiche sociali), e della relativa abilitazione professionale, autorizza allo svolgimento della professione di Farmacista (unità professionale: 2.3.1.5.0 – Farmacista e professioni assimilate) ed autorizza all'esercizio delle seguenti funzioni:

.

• consigliare i clienti in merito ai farmaci o a piccole patologie

• vendere al pubblico i prodotti (ovvero farmaci, farmaci da banco, cosmetici, ecc...)

• preparare prodotti galenici (ovvero sieri, vaccini, prodotti omeopatici, ecc.)

• controllare le ricette mediche

• controllare i farmaci (ovvero scadenza, quantità, bolle di consegna, ecc...)

• gestire gli acquisti e gli approvvigionamenti

• gestire il magazzino

• registrare e trasmettere i dati di sostanze pericolose (ovvero sostanze dopanti, stupefacenti, ossigeno, ecc...)

• curare i rapporti con i fornitori

• effettuare analisi cliniche

• gestire e/o coordinare le risorse umane

• intrattenere rapporti con i medici

• misurare la pressione

• svolgere attività amministrativa

• controllare e gestire la cassa

• controllare le vendite

• coordinare il lavoro o le attività

• curare i rapporti con i clienti

• gestire le emergenze sanitarie

• gestire o controllare la contabilità

• informare i clienti sui servizi socio sanitari del territorio

• spedire le ricette

• studiare e aggiornarsi

La formazione professionale del laureato in Farmacia fornisce le conoscenze e competenze per svolgere, dopo le richieste abilitazioni di legge, le seguenti professionalità:

2.3.1.2.1 – Farmacologi

con le funzioni come riportato dal sito ISFOL-ISTAT

(http://professionioccupazione.isfol.it/scheda.php?limite=1&id=2.3.1.2.1)

2.3.1.1.4 – Biotecnologi alimentari

con le funzioni come riportato dal sito ISFOL-ISTAT

(http://professionioccupazione.isfol.it/scheda.php?limite=1&id=2.3.1.1.4)

Inoltre il laureato in Farmacia ha la possibilità di sostenere l'esame di stato per l'iscrizione alla sezione A dell'Albo professionale dei chimici, che gli consente l'esercizio delle relative attività professionali:

2.1.1.2.1 – Chimici ricercatori

con le funzioni come riportato dal sito ISFOL-ISTAT (http://professionioccupazione.isfol.it/scheda.php?limite=1&id=2.1.1.2.1)

2.1.1.2.2 – Chimici informatori e divulgatori

con le funzioni come riportato dal sito ISFOL-ISTAT (http://professionioccupazione.isfol.it/scheda.php?limite=1&id=2.1.1.2.2)

La formazione professionale fornisce al laureato in Farmacia anche le competenze per svolgere, dopo le richieste abilitazioni di legge, le funzioni di docente e ricercatore nella scuola, nell'Università ed in altri Enti pubblici e privati.

2.6.1.2.2 - Docenti universitari (ordinari e associati) in scienze della salute

con le funzioni come riportato dal sito ISFOL-ISTAT (http://professionioccupazione.isfol.it/scheda.php?limite=1&id=2.6.1.2.2)

2.6.2.0.2 - Ricercatori e tecnici laureati

con le funzioni come riportato dal sito ISFOL-ISTAT (http://professionioccupazione.isfol.it/scheda.php?limite=1&id=2.6.2.0.2)

Maggiori approfondimenti possono essere rilevati dal sito ISFOL - Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali (http://professionioccupazione.isfol.it/professioni_raggruppamenti.php?id_categoria=1&div=red&where=PROFESSIONI&id=1&limite=1http://professionioccupazione.isfol.it/)

Competenze associate alla Funzione

Dal conseguimento della Laurea magistrale in Farmacia e della relativa abilitazione professionale, il laureato in Farmacia ha le seguenti competenze:

-titolare e/o direttore di farmacia al pubblico;

-farmacista collaboratore presso le farmacie al pubblico;

-farmacista presso le farmasanitarie;

-produzione e controllo di qualità di preparati galenici ed erboristici;

-accesso a livelli superiori di formazione come per esempio l'ammissione alla Specialità in Farmacia Ospedaliera e/ Farmacologia per l'accesso al Sistema Sanitario Nazionale;

-produzione e controllo di qualità presso le industrie e laboratori famaceutici;

-informazione farmaceutica;

-ruoli dirigenziali per gli organismi regolatori regionali, nazionali ed internazionali di gestione del farmaco (AIFA, EMA etc.).

Sbocchi Professionali

Il conseguimento della Laurea Magistrale in Farmacia e della relativa abilitazione professionale autorizza allo svolgimento e all'esercizio delle seguenti attività professionali:

- preparazione della forma farmaceutica dei medicinali nell'industria;

- controllo dei medicinali in un laboratorio pubblico o privato;

- immagazzinamento, conservazione e distribuzione dei medicinali nella fase di commercio all'ingrosso;

- preparazione, controllo, immagazzinamento e distribuzione dei medicinali nelle farmacie aperte al pubblico e negli ospedali (farmacie ospedaliere pubbliche e private);

- diffusione di informazioni e consigli nel settore dei medicinali, dei prodotti cosmetici, dietetici e nutrizionali, erboristici, per il mantenimento e la tutela dello stato di salute;

- formulazione, produzione, confezionamento, controllo di qualità e valutazione tossicologica dei prodotti cosmetici;

- produzione di fitofarmaci, antiparassitari e presidi sanitari;

- analisi e controllo delle caratteristiche fisico-chimiche e igieniche di acque minerali;

- analisi e controllo di qualità di prodotti destinati all'alimentazione, ivi compresi i prodotti destinati ad un'alimentazione particolare.

Chimici informatori e divulgatori2.1.1.2.2
Farmacologi2.3.1.2.1
Farmacisti2.3.1.5.0
Docenti universitari in scienze chimiche e farmaceutiche2.6.1.1.3
Docenti universitari in scienze biologiche2.6.1.2.1
Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze chimiche e farmaceutiche2.6.2.1.3
Stefania TERRACCIANO
Francesco Saverio TORTORIELLO
Giuseppina AUTORE
Alessandra TOSCO
Anna Angela BARBA
Ines BRUNO
Pietro CAMPIGLIA
Carlo CRESCENZI
Paolo DE CAPRARIIS
Silvia FRANCESCHELLI
Patrizia GAZZERRO
Stefania MARZOCCO
Liberato MARZULLO
Maria Chiara MONTI
Sonia PIACENTE
Aldo PINTO
Ada POPOLO
Luca RASTRELLI
Manuela RODRIQUEZ
Rocco ROMANO
Paola RUSSO
Carmela SATURNINO
Mario Felice TECCE
Rita Patrizia AQUINO
Giuseppina AUTORE
Anna Angela BARBA
Ines BRUNO
Silvia FRANCESCHELLI
Paolo DE CAPRARIIS
Aldo PINTO
Pio IANNELLI
Gaetano TORINO
Maria Rosaria LAURO
Manuela RODRIQUEZ
DIMITRIOS CORELLIS
GIULIO MARIA CONTE
ALFONSO CHIAVAZZO
NICOLA BOVE
ANTONIO CURCIO
Fonte AVA-SUA
  • Ateneo