CHIMICA

Opinioni Studenti CHIMICA

StrutturaDIPARTIMENTO DI CHIMICA E BIOLOGIA
Anno Accademico2013/2014
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-54 - CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SCIENZE CHIMICHE

Nell'A.A. 2010-2011 è attivato il Corso di Laurea Magistrale in Chimica, di durata biennale, che si colloca nell'ambito della Classe delle Lauree in Scienze e Tecnologie Chimiche (Classe L-54).

Titolo rilasciato

Laurea Magistrale in Chimica

Parere delle parti sociali

L'incontro con le parti sociali tenutosi il 19 novembre 2009 ha visto coinvolto un Funzionario ARPAC della Provincia di Salerno; un Consigliere dell'Ordine dei Chimici; il Vicepresidente Gruppo Giovani Imprenditori di Salerno, un Project Manager di una multinazionale del settore informatico; un imprenditore informatico; due docenti di matematica presso una scuola superiore; una imprenditrice nel settore ambiente e territorio; il Dirigente dell'Ufficio Ambiente della Provincia di Salerno; un Delegato dell'Ordine dei Biologi di Salerno. E' emerso un sostanziale consenso verso la nuova organizzazione degli studi che risponde all'auspicio di un percorso più lineare, semplificato soprattutto nel numero d'accertamenti

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale in Chimica di Salerno dà ampio spazio alle discipline di base, sia teoriche che sperimentali così da formare un chimico completo e altamente qualificato. Accanto ad esse uno spazio è dedicato ai materiali polimerici, sintesi e caratterizzazione, che rappresentano uno dei punti di forza del nostro Ateneo. Il corso di Laurea magistrale intende sviluppare nel giovane le capacità di elaborare ed applicare idee originali a problemi di carattere pratico (in ambito produttivo o analitico) o alla ricerca scientifica.

Il percorso formativo prevede l'acquisizione di conoscenze di meccanica quantistica e l'approfondimento della chimica inorganica, organica e biologica, oltre alla chimica macromolecolare. Questo percorso comune a tutti gli studenti si integra con insegnamenti opzionali ed a scelta libera che, insieme alla tesi, personalizzano la formazione di ogni laureato.

Il laureato dovrà essere in grado di:

1) progettare e studiare una nuova reazione chimica,

2) realizzare ed ottimizzare la sintesi di nuovi composti o materiali,

3) mettere a punto nuove metodiche analitiche e di caratterizzazione di materiali.

Deve saper padroneggiare il linguaggio scientifico e comunicare efficacemente anche con persone sprovviste di cultura scientifica. D'altra parte sarà in grado di dialogare formulando giudizi e proposte e discutendo problematiche complesse con altri specialisti. Avrà recepito lo stimolo continuo allo studio ed all'aggiornamento culturale e professionale, facilitato dalla trasmissione della conoscenza per mezzo di internet.

La tesi che arriva a completamento della formazione verte su una ricerca originale e fornirà al laureato gli strumenti critici e l'attitudine a risolvere problemi complessi.

Chimico 
L'attività professionale degli iscritti nella sezione A dell'albo dei chimici è definito dal D.P.R. 5 giugno 2001, n. 328 (in G.U. 17 agosto 2001, n. 190 S.O.)

Funzione nel contesto lavorativo

Svolge attività di controllo di analisi chimiche in diversi settori industriali e merceologici: chimica di base, fine e di specialità, agroalimentare, ambientale, farmaceutico, biomedico, dei beni culturali.
 In un contesto industriale si occupa di ricerca e sviluppo, seguendo la pianificazione del ciclo di prodotto elaborando i piani di produzione di dettaglio e li condivide con tutte le funzioni coinvolte nei processi produttivi e con i clienti finali;
- previa specifica formazione, ricopre ruoli funzionali in aree aziendali diverse dalla produzione, occupandosi del controllo di qualità e delle merci in entrata e in uscita: Svolge attività di marketing presentando e valorizzando i prodotti dell'aziende presso i clienti. Svolge azione di orientamento per la scelta e lo sviluppo dei prodotti adeguati ai bisogni della clientela. Assicura il controllo di qualità nell'approvvigionamento di beni e servizi. Si occupa della gestione della proprietà intellettuale in ambito aziendale, svolge ricerche di anteriorità e supporta la preparazione dei dossier tecnici necessari alla presentazione della domanda di brevetto da parte dei soggetti abilitati;
 Come professionista esegue perizie chimiche anche in ambito forense, oltre a rilasciare consulenze e pareri su sicurezza, qualità, certificazione, normative locali ed europee riguardo trattamenti, smaltimenti e la protezione ambientale in genere;
- si occupa della definizione di sistemi di qualità industriale e sistemi di qualità ambientale e si occupa del controllo e monitoraggio ambientale di aria, acqua e rifiuti presso impianti per la lavorazione di prodotti alimentari. Si occupa di divulgazione scientifica.

Competenze associate alla Funzione

Oltre alle competenze specifiche della figura professionale, il Il laureato magistrale in chimica svolge la propria attività con e autonomia e spirito di iniziativa. Mostra attenzione per i dettagli e sensibilità per i requisiti di sicurezza e rispetto ambientale
.Attitudine al lavoro di gruppo, buone doti di comunicazione. Curiosità e voglia di tenersi al passo attraverso un continuo aggiornamento delle conoscenze tecniche
- capacità organizzativa
- adattabilità alle varie situazioni, attitudine all' analisi, alla propositività
 e ad organizzarsi in maniera efficace, stabilendo le priorità lavorative con una gestione efficiente del tempo
. Buona sensibilità relazionale per collaborare e interagire con esperti di ambiti disciplinari diversi, adottando il giusto linguaggio . Capacità di lavorare in un contesto internazionale e di interagire con persone di diversa provenienza culturale.

Sbocchi Professionali

Università, Enti di ricerca, Agenzie del tipo ARPA, ANPAT, Ministeri, Protezione civile;
- centri di ricerca industriale e applicata
- aziende operanti nei seguenti settori a forte internazionalizzazione e operanti in mercati internazionali:
o chimica di base e chimica fine
o chimica delle specialità
 o industria cosmetica, della detergenza, agroalimentare, delle fibre tessili
o industria farmaceutica
- società di certificazione, controllo di qualità;
- agenzie di divulgazione scientifica, uffici brevetti.

Chimici e professioni assimilate2.1.1.2.1
Leone OLIVA
Andrea PELUSO
Alessandra LATTANZI
Placido NERI
Consiglia TEDESCO
Guglielmo MONACO
Francesco DE RICCARDIS
Alfonso GRASSI
Claudio PELLECCHIA
SILVIA CERRI
FRANCESCO DE CHIARA
STEFANO FERRAIOLI
MARCO NADDEO
GABRIELLA SCARDINO
Fonte AVA-SUA
  • Ateneo