ECONOMIA AZIENDALE

Opinioni Studenti ECONOMIA AZIENDALE

StrutturaDIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E STATISTICHE
Anno Accademico2015/2016
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA
NormativaD.M. 270/2004
Anni3
Crediti180
ClasseL-18 - SCIENZE DELL''ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE

Il corso di laurea in Economia aziendale si propone di fornire allo studente una solida preparazione nelle discipline economiche ed aziendali e di conferirgli un’adeguata padronanza degli strumenti matematico-statistici e dei principi e istituti dell'ordinamento giuridico, in modo da favorire lo sviluppo di capacità e abilità per l'analisi dei fenomeni aziendali in contesti economici e sociali complessi.

Gli studenti saranno messi in grado di operare analisi di problemi in autonomia e con spirito critico, così da poter svolgere le proprie future attività lavorative in modo altamente professionale. Essi acquisiranno gli strumenti analitici e concettuali per l'interpretazione e la soluzione di problemi aziendali e contabili. Più specificamente, il corso di studio fornirà conoscenze idonee a consentire di tenere la contabilità delle aziende e di redigerne ed interpretarne il bilancio di esercizio, a formulare strategie aziendali, ad usare in modo appropriato tecniche e metodi di valutazione (anche basati su modelli statistici o contabili), ad analizzare e risolvere i principali problemi di costituzione, funzionamento ed estinzione di imprese e società.

L’obiettivo principale del percorso formativo è trasmettere al laureato le competenze per raccogliere dati ed interpretare fenomeni relativi alla vita delle unità produttive, per formulare giudizi di fattibilità e/o di convenienza connessi alle dinamiche aziendali, e per sviluppare capacità di problem-solving e decision-making nelle diverse situazioni aziendali. Il laureato in Economia Aziendale avrà inoltre sviluppato capacità di apprendimento utili per intraprendere studi magistrali in ambito economico e aziendale o corsi di master di primo livello con buon grado di autonomia.

Tra gli obiettivi del corso di studio rientra anche l'attività di formazione per l'accesso alla professione di esperto contabile (di cui al D.Lgs. 28 giugno 2005, n. 139) e per lo svolgimento dell'attività di revisione legale dei conti (di cui al D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 39).

Contabili (3.3.1.2.1)

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato possiede conoscenze idonee a consentirgli di applicare le procedure in materia di tenuta delle scritture contabili di

società o di organizzazioni, di analizzare, classificare e registrare le operazioni contabili e le poste di bilancio, di curare le

procedure e gli adempimenti fiscali, di provvedere a paghe, compensi e versamenti contributivi.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato è in grado di fornire consulenza specialistica (di tipo fiscale, amministrativo, tributario, contrattuale, ecc.), di gestire

o controllare la contabilità, di gestire gli adempimenti fiscali, di redigere e controllare il bilancio, di curare i rapporti con enti o

soggetti esterni (quali Agenzie delle Entrate, istituti previdenziali, ecc.), di elaborare buste paga, di risolvere controversie o

sovrintendere ai contenziosi, di curare le questioni contrattuali, di curare i rapporti con gli istituti bancari. Tali competenze

sono inoltre coerenti con quelle richieste ai fini delliscrizione allAlbo come Esperto

Sbocchi Professionali

- Revisore contabile.

- Revisore di bilanci.

- Revisore legale.

- Esperto della contabilità (generale, di bilancio, del personale, dei fornitori, patrimoniale, ecc.).

- Consulente del lavoro.

- Contabile di magazzino.

- Esperto contabile.

Economi e tesoriere

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato è in grado di assistere gli specialisti ovvero di gestire le operazioni in liquidità di imprese ed organizzazioni; inoltre, adempie a mandati di pagamento, evade conti e fatture certificando e mantenendo scritture delle operazioni.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato può dedicarsi a curare gli aspetti finanziari ed economici di imprese ed organizzazioni; inoltre ha le capacità per gestire le attività aziendali sia da un punto di vista civilistico che fiscale.

Sbocchi Professionali

•tesoriere

•economo

•economo di albergo

– Tecnici dell’organizzazione e della gestione dei fattori produttivi

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato è in grado di applicare procedure e tecniche proprie per monitorare e ottimizzare i processi di produzione, la produttività del lavoro umano e degli impianti, la logistica e i costi di esercizio.

Competenze associate alla Funzione

Il laureato possiede le competenze per la gestione e il monitoraggio dei processi di produzione sia dal punto di vista dell’impiego dei fattori produttivi sia per l’analisi dei costi.

Sbocchi Professionali

•addetto controllo di gestione

•analista dei tempi di lavorazione

•analista di processi e cicli di produzione industriale

•cronometrista analista

•tecnico dell'organizzazione del lavoro

•tecnico della valutazione del lavoro

•analista di gestione

•analista di metodi di produzione industriale

•analista di processo manifatturiero

•controllore di produzione

•tecnico del controllo tempo e metodi

Contabili3.3.1.2.1
Economi e tesorieri3.3.1.2.2
Tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi3.3.1.5.0
Marcello D'AMBROSIO
Alessio DI AMATO
Rosa FERRENTINO
Emanuele INDRACCOLO
Vincenzo LUCIANI
Nicola ROCCO DI TORREPADULA
Roberto ROSSI
Marco SANTILLO
Alessandra AMENDOLA
Marcello D'AMBROSIO
Emanuele INDRACCOLO
Roberto ROSSI
Marco SANTILLO
Luigi SENATORE
Davide Petrizza
Maria Teresa Tranchese
Italo Romano
Domenico Aliberti
Francesco Puzzutiello
Luigi Fimiani
Fabio Erra
Annachiara Landi
Giulia Gioia
Fonte AVA-SUA
  • Ateneo