INGEGNERIA ELETTRONICA

Opinioni Studenti INGEGNERIA ELETTRONICA

StrutturaDIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE
Anno Accademico2015/2016
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-29 - Classe delle lauree magistrali in Ingegneria elettronica

Nel file allegato è riportata una breve descrizione: i) del contesto socio-culturale-economico di riferimento ii) della storia recente del CdS iii) delle risorse disponibili iv) informazioni utili agli studenti ed alle parti interessate.

Allegato

Progettista Circuitale

Funzione nel contesto lavorativo

Il progettista circuitale progetta e realizza circuiti e sistemi elettronici complessi utilizzando componenti da esso stesso progettati oppure commerciali. Si occupa della progettazione attraverso tools HW/SW, della simulazione, della realizzazione e della verifica finale. Questa attività comprende il progetto di schede elettroniche e del layout di circuiti integrati, l’organizzazione della produzione e l’analisi dei guasti.

Competenze associate alla Funzione

Il progettista circuitale conosce approfonditamente i principi e lo stato dell’arte dei dispositivi elettronici analogici e digitali, dei componenti elettronici costituenti componenti più complessi quali amplificatori, filtri, convertitori, interfacce e circuiti logici, delle tecnologie utilizzate per la loro realizzazione, degli strumenti utilizzati per la progettazione, simulazione e prototipizzazione, quali dispositivi logici programmabili. L’ingegnere magistrale è in grado di eseguire misure in laboratorio per la caratterizzazione di circuiti e sistemi.

Sbocchi Professionali

Aziende di produzione di beni o servizi operanti nei settori ICT e Industriale. Studi di progettazione. Organizzazioni pubbliche e private.

Progettista di Sistema

Funzione nel contesto lavorativo

Il progettista di sistema progetta, a partire dalle specifiche, sistemi integrati costituiti da un unico componente con funzionalità complesse. Quando necessario, il sistema può essere costituito da più componenti, strettamente connessi e non necessariamente elettronici, ad es. relativi alla componente di alimentazione e di attuazione. L’attività comprende sia l’integrazione di componenti di base già progettati o comunque disponibili (Intellectual Properties IP), sia la progettazione di nuovi componenti, finalizzate alla realizzazione di un sistema elettronico, anche di elevata complessità. Gli ambiti applicativi riguardano tutti i settori di impiego di sistemi e apparati elettronici, da quelli più tipici dell’ambito dell’information technology (telecomunicazioni, informatica) a tutti gli altri ambiti industriali.

Competenze associate alla Funzione

Per questo ruolo l’ingegnere elettronico magistrale è particolarmente competente sui dispositivi e circuiti integrati e non e sulle metodologie di progetto (compromessi tra HW e SW, ottimizzazioni di progetto e tecniche di collaudo, uso di CAD). Egli è in grado di valutare il miglior compromesso tra parametri quali: prestazioni, consumo di potenza, costo e affidabilità. Possiede inoltre la capacità di gestire la produzione e l’installazione di un sistema elettronico e di progettare sistemi automatici di misura per applicazioni di laboratorio e di processo.

Sbocchi Professionali

Aziende di progettazione, produzione, commercializzazione e distribuzione di prodotti e apparati elettronici, informatici, bio-medicali.

Progettista di apparati per le telecomunicazioni

Funzione nel contesto lavorativo

Un progettista elettronico di apparati per le telecomunicazioni progetta gli elementi HW e SW dei sistemi elettronici operanti nel campo delle telecomunicazioni su portante RF e ottica. La sua attività si concentra principalmente sul progetto dei diversi componenti circuitali alle basse ed alte frequenze, degli apparati di alimentazione, dei circuiti ottici ed elettronici per l’elaborazione dell’informazione e delle diverse tipologie di antenne da utilizzare nei collegamenti RF e nei sistemi radar.

Competenze associate alla Funzione

Le competenze per questo ruolo spaziano dalla conoscenza approfondita dell’elettronica analogica e digitale, compresa quella operante alle radiofrequenze e alle microonde, dell’optoelettronica, ai sistemi riconfigurabili, ai circuiti per la conversione A/D e D/A, ai metodi di progetto e caratterizzazione di antenne e alla compatibilità elettromagnetica. Inoltre, l’ingegnere elettronico magistrale con mansioni in quest’ambito è in grado di sovraintendere alla messa in opera ed alla gestione di sistemi di telecomunicazione di vario genere.

Sbocchi Professionali

Aziende di produzione di apparati elettronici per le telecomunicazioni, per i sistemi radar e per il telerilevamento, di antenne, di apparati per l’avionica e militari.

Ingegnere Impiantista

Funzione nel contesto lavorativo

L’ingegnere impiantista si occupa della progettazione, realizzazione e collaudo, in ambito civile ed industriale, di impianti di alimentazione così come progetta ed interviene, per la parte connessa alle componenti elettriche ed elettroniche, macchine ed azionamenti industriali che operano nel rispetto dei principali riferimenti normativi e delle norme di sicurezza.

Competenze associate alla Funzione

L’ingegnere impiantista possiede conoscenze in merito alla progettazione di regolatori switching, di tensione e corrente, impiegati nei sistemi di alimentazione di apparati. Egli conosce i principi e le tecniche per il vettoriamento dell’energia così come i sistemi di monitoraggio e controllo impiegati nell’automazione industriale e gli azionamenti elettrici. E’ in grado inoltre di misurare e di valutare l’efficienza e le prestazioni metrologiche degli impianti.

Sbocchi Professionali

Industrie di Impianti eolici, fotovoltaici e sistemi di trasmissione e distribuzione dell’energia.

Esperto Tecnico-Commerciale

Funzione nel contesto lavorativo

L’ingegnere elettronico magistrale che svolge mansioni tecnico-commerciali assiste il cliente in tutte le fasi della vendita e nel post-vendita di prodotti elettronici ad altissimo contenuto tecnologico o di ambiti correlati. Propone soluzioni ad hoc per il cliente da realizzare ex-novo attraverso l’uso di tecnologie integrate e non. Valuta e confronta le differenti soluzioni progettuali e realizzative. Partecipa inoltre a fiere specialistiche del settore elettronico per la presentazione e dimostrazione di sistemi e apparati elettronici. In un’azienda, l’ingegnere magistrale con ruolo tecnico-commerciale svolge anche il ruolo di interfaccia tra i progettisti e gli esperti di marketing.

Competenze associate alla Funzione

La relazione con il cliente, privato, azienda o istituzione, che acquista apparati elettronici, specie se di elevato valore aggiunto e di complessità rilevante, richiede competenze tecniche specifiche oltre che attitudini alla comunicazione e alla gestione del processo di vendita. L’ingegnere elettronico magistrale impiegato nel settore tecnico-commerciale di un’azienda possiede una solida conoscenza delle tecnologie dei componenti e sistemi elettronici, oltre che degli aspetti di affidabilità, manutenzione, prestazioni, consumi energetici. E’ in grado di valutare i diversi parametri (ad esempio costo, consumo, affidabilità) legati allo sviluppo di applicazioni basate su sistemi elettronici di varia complessità.

Sbocchi Professionali

Aziende di produzione e commercializzazione di beni e servizi operanti nel settore della ICT e Industriale.

Libero Professionista

Funzione nel contesto lavorativo

L’ingegnere elettronico magistrale libero professionista svolge attività di consulenza presso aziende, enti pubblici e altre organizzazioni, dove propone soluzioni per l’avvio di nuove attività e produzioni che richiedano l’impiego di sistemi elettronici, si occupa della loro progettazione ed eventualmente di seguirne la produzione ed il collaudo anche appoggiandosi ad aziende terze con competenze specifiche.

Competenze associate alla Funzione

Le competenze del libero professionista comprendono tutte le fasi di progettazione, prototipazione e produzione di un sistema o apparato elettronico, anche di elevatissima complessità e realizzato con tecnologie moderne. Egli è in grado di selezionare in base al miglior compromesso costo-prestazioni i componenti elettronici di base da utilizzare in un progetto. Propone la realizzazione ed è in grado di progettare nuovi componenti con i requisiti adeguati alle specifiche ove non siano già presenti in commercio. Sa utilizzare con perizia il software di progettazione. Ha inoltre competenze di controlli automatici e di innovare e progettare attrezzature di produzione.

Sbocchi Professionali

L’esercizio della libera professione sarà consentita a seguito del superamento dell’Esame di stato per l’abilitazione alla professione di Ingegnere nel settore dell’Informazione. L’occupazione è rivolta principalmente, ma non limitata, alle aziende di progettazione, sviluppo e test di apparati elettrici ed elettronici.

Ingegnere di Ricerca e Sviluppo

Funzione nel contesto lavorativo

L’ingegnere di ricerca e sviluppo svolge attività di ricerca di nuovi apparati elettronici presso aziende private o centri di ricerca pubblici. In questi ambiti l’ingegnere magistrale si occupa della progettazione e della caratterizzazione di prototipi a vari livelli (circuito o dispositivo integrato, scheda o sistema costituito da più schede elettroniche, apparati per le telecomunicazioni, sistemi di alimentazione) in tutti gli ambiti dell’elettronica, analogica, digitale e dell’optoelettronica. Caratterizza i prototipi in laboratorio utilizzando strumentazione avanzata. Studia nuove tecniche di fabbricazione di dispositivi e circuiti. Brevetta nuovi dispositivi e tecniche di produzione. Presenta infine i risultati del suo lavoro a congressi del settore elettronico in senso lato e li pubblica in riviste specializzate.

Competenze associate alla Funzione

Le competenze di un ricercatore elettronico sono ad ampio spettro e riguardano: la fisica dei semiconduttori e dei materiali utilizzati nella microelettronica e nell’optoelettronica, la tecnologia di fabbricazione di dispositivi e circuiti integrati, le tecniche di progettazione degli stessi, le metodologie di caratterizzazione per mezzo di strumentazione elettronica di misura e collaudo, le applicazioni dell’elettronica nell’industria dell’IT e di ambiti correlati, le metodologie specifiche dell’elettromagnetismo applicabili alle antenne, ai componenti a microonde e ottici, e al trattamento dei materiali .

Sbocchi Professionali

Enti di ricerca pubblici e privati. Settori R&D di aziende di progettazione.

Dottore di Ricerca

Funzione nel contesto lavorativo

Il laureato magistrale in Ingegneria Elettronica potrà proseguire gli studi nei corsi di Dottorato di Ricerca in Ingegneria dell’informazione.

Competenze associate alla Funzione

Potrà svolgfere attività di ricerca avanzata nei settori di competenza presso centri di ricerca pubblici e privati nazionali ed internazionali.

Sbocchi Professionali

Centri di ricerca pubblici e privati ed Aziende, nazionali ed internazionali, in cui si richiedano profili di alta specializazzione.

Ingegneri elettronici2.2.1.4.1
Ingegneri in telecomunicazioni2.2.1.4.3
Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze matematiche e dell’informazione2.6.2.1.1
Salvatore BELLONE
Francesco D'AGOSTINO
Nicola FEMIA
Flaminio FERRARA
Vincenzo GALDI
Claudio GENNARELLI
Lucio IPPOLITO
Gian Domenico LICCIARDO
Consolatina LIGUORI
Heinrich Christoph NEITZERT
Alfredo PAOLILLO
Alfredo RUBINO
Antonio SCAGLIONE
Antonio PIETROSANTO
Salvatore BELLONE
Alfredo RUBINO
Paolo SOMMELLA
Heinrich Christoph NEITZERT
Gian Domenico LICCIARDO
Antonio PIETROSANTO
Consolatina LIGUORI
Alfredo PAOLILLO
Nicola FEMIA
Vincenzo GALDI
Lucio IPPOLITO
Claudio GENNARELLI
Flaminio FERRARA
Francesco D'AGOSTINO
Antonio SCAGLIONE
Stefano Greco
Domenico Rega
Angelo Di Perna
Virginia Galasso
Fonte AVA-SUA
  • Ateneo