FISICA

Opinioni Studenti FISICA

StrutturaDIPARTIMENTO DI FISICA "E.R. CAIANIELLO"
Anno Accademico2015/2016
Tipo di CorsoCORSO DI LAUREA MAGISTRALE
NormativaD.M. 270/2004
Anni2
Crediti120
ClasseLM-17 - CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN FISICA

Il Corso di Laurea Magistrale in Fisica, di durata biennale, si colloca nell'ambito della Classe delle Lauree Magistrali in Fisica (Classe LM-17).

Nel contesto dell'Ateneo salernitano, la scuola di Fisica ha una lunga tradizione che risale all'istituzione del corso di Laurea in Fisica, inaugurato nel 1972 per iniziativa dell'eminente scienziato napoletano Eduardo R. Caianiello. Il relativo corso di studi, in origine strutturato secondo un percorso quadriennale, ha successivamente adottato lo schema del 3+2 attualmente risultante in una laurea triennale e una laurea magistrale. Nell'A.A. 2010-11 il CdS è stato trasformato dalla vecchia Laurea Specialistica (ordinamento ex DM 509) nell'attuale Laurea Magistrale (ordinamento ex DM 270), e infine nell'A.A. 2014-15 ha assunto l'attuale struttura di Corso di Laurea Magistrale Interateneo, gestito in condivisione dall'Università di Salerno e dalla Seconda Università di Napoli (SUN).

Il CdS può contare sull'apporto di circa 25 docenti appartenenti ai settori scientifico-disciplinari FIS01 (Fisica sperimentale), FIS02 (Fisica teorica, modelli e metodi matematici), FIS03 (Fisica della materia), FIS04 (Fisica nucleare e subnucleare), GEO10 (Geofisica della terra solida). I Dipartimenti di riferimento del CdS sono il Dipartimento di Fisica “E.R. Caianiello” dell'Università di Salerno e il Dipartimento di Matematica e Fisica della Seconda Università di Napoli. All'interno di tali strutture sono presenti laboratori di ricerca attrezzati con strumentazione altamente specializzata che consente lo svolgimento di attività di ricerca di punta negli ambiti disciplinari cui fanno capo i docenti del CdS. Operando direttamente in tali laboratori, lo studente è messo nelle condizioni di acquisire quelle competenze di tipo sperimentale immediatamente rivendibili sia nel mondo della ricerca che in quelle delle aziende esterne ad alta vocazione tecnologica. In generale, la presenza all'interno dei due dipartimenti suddetti di gruppi che svolgono in vari ambiti disciplinari un'intensa e prestigiosa attività di ricerca favorisce l'attitudine degli studenti a confrontarsi adeguatamente con un contesto internazionale.

Dal punto di vista della formazione, il Corso di Laurea Magistrale Interateneo si propone di fornire allo studente una solida preparazione basata su conoscenze approfondite e competenze avanzate nella fisica e nelle sue applicazioni, sia dal punto di vista del metodo che da quello dei contenuti.

Gli obiettivi formativi del Corso di Laurea comprendono:

- l'acquisizione di una solida preparazione culturale di base nella fisica moderna e nei più recenti sviluppi della fisica contemporanea sulla base di una conoscenza approfondita della meccanica quantistica, della relatività e delle analisi statistiche di sistemi complessi;

- una buona conoscenza di strumenti matematici avanzati idonei per una adeguata analisi dei fenomeni in accordo con tali sviluppi;

- una buona capacità di utilizzare le moderne strumentazioni di misura in laboratori di ricerca, come apparecchiature per osservazioni in fisica dei materiali, della fisica nucleare e molecolare, delle alte energie (acceleratori di particelle), apparecchiature elettroniche, strumentazioni nell'ambito astrofisico e apparati nel campo della fisica applicata, come la geofisica;

- una adeguata padronanza di strumenti informatici che consentano sia l'acquisizione automatica dei dati dagli apparecchi di misura e la loro elaborazione, sia di avere un potenziamento dell'attività di ricerca attraverso la computazione e la simulazione numerica;

- una elevata preparazione scientifica e operativa in almeno una delle discipline che caratterizzano la classe, quali fisica teorica, fisica della materia, fisica nucleare e subnucleare, astrofisica, geofisica;

- una attitudine ad inserirsi nel mondo della ricerca scientifica o in realtà lavorative che necessitino di elevate conoscenze scientifiche e tecnologiche.

A tale scopo, il corso di Laurea Magistrale prevede una formazione generale trasversale a tutte le discipline che caratterizzano la classe, insieme a una formazione scelta dallo studente all'interno di una offerta multipla che risponde a specifiche esigenze formative nei settori Fisica Teorica, Fisica della Materia, Fisica delle Alte Energie, Fisica Nucleare, Astrofisica, Geofisica. Tale formazione è in diretta associazione con le linee di ricerca attive presso il Dipartimento di Fisica “E.R. Caianiello” dell'Università di Salerno (UNISA) e il Dipartimento di Matematica e Fisica della Seconda Università di Napoli (SUN), nonché presso Istituzioni Nazionali di ricerca operanti al loro interno.

Il previsto approfondimento culturale e metodologico di varie discipline fisiche con contenuti sia sperimentali che teorici viene comunque articolato in maniera da favorire l'inserimento dello studente in istituzioni di ricerca nazionali ed internazionali nonché in attività lavorative nel mondo dell'industria, della sanità e del terziario. In tale ottica il laureato Magistrale sarà preparato a studiare e analizzare fenomeni e risolvere problemi anche complessi utilizzando metodologie che gli consentano di operare in ambiti differenziati, anche non strettamente scientifici, in cui siano richieste capacità scientifico‐operative, progettuali e manageriali.

L'obiettivo specifico del Corso di Laurea Magistrale è fornire agli studenti le basi per la comprensione delle leggi microscopiche fondate sulla meccanica quantistica, alla base del comportamento della materia nei suoi costituenti più elementari, del comportamento dei materiali, del nostro pianeta e dell’universo nel suo complesso. Tale formazione si attua in stretto legame con i settori della Fisica nei quali, presso il Dipartimento esistono attività di ricerca consolidate ed inserite in ambito internazionale. In particolare, obiettivo del corso è far acquisire ai laureati della laurea magistrale: - una solida preparazione culturale di base nella fisica contemporanea con una buona conoscenza di strumenti e metodi matematici avanzati; - una buona capacità di utilizzare le moderne e sofisticate strumentazioni di misura, di dotarle delle interfacce per la loro gestione automatica e di elaborare i risultati delle misure; - la padronanza di strumenti informatici di supporto, anche per un potenziamento delle attività attraverso la computazione; - la maturità per affrontare e risolvere in modo autonomo problemi complessi anche di natura applicativa, acquisendo una versatilità volta ad utilizzare le metodologie acquisite anche in settori diversi dalla fisica (economia, medicina, biologia, ecc.). Il laureato magistrale può proseguire gli studi frequentando Dottorati di ricerca dell'area delle scienze fisiche ed in settori ad essa affini.

Funzione nel contesto lavorativo

Oltre agli sbocchi professionali già indicati per la laurea triennale, il laureato magistrale in fisica è specificamente preparato per inserirsi nell’ ambito internazionale della ricerca in fisica teorica e/o sperimentale in fisica dei materiali, fisica subnucleare, geofisica, astrofisica presso Centri di Ricerca Nazionali ed internazionali pubblici o privati.

Inoltre il suo profilo professionale gli permette:

- l’inserimento in settori industriali ad alto contenuto tecnologico, promuovendo e sviluppando l’innovazione tecnologica, assumendo responsabilità di progetti e strutture;

- lo svolgimento di attività di ricerca presso industrie

l’inserimento nel mondo della Sanità per la gestione di apparecchiature complesse,

- lo svolgimento di attività anche professionali legate al controllo di radiazioni ionizzanti e non in ambito sanitario ed ambientale,

- lo svolgimento di attività didattica e di divulgazione ad alto livello della cultura scientifica.

Competenze associate alla Funzione

Insegnamento nei Licei per le Classi corrispondenti.

Divulgazione e comunicazione scientifica.

Controllo di qualità di processi produttivi ad alto contenuto tecnologico.

Attività di ricerca presso Enti Pubblici di Ricerca quali, ENEA, INFN, INAF e CNR.

Sbocchi Professionali

Il percorso formativo del corso di Laurea in Fisica consente l’acquisizione di diverse abilità e competenze.

Per questo motivo i laureati in Fisica possono svolgere diversi ruoli professionali all’interno del mondo del lavoro ed in particolare:

esperto di apparecchiature e strumenti complessi in campo industriale e nelle strutture sanitarie pubbliche e private con capacità di elaborazione ed acquisizione di segnali e immagini;

tecnico competente in acustica ambientale (ai sensi della legge quadro sull’ inquinamento acustico n.447 del 26 ottobre 1995) e più in generale potranno svolgere il ruolo di esperto per il controllo delle vibrazioni meccaniche e per i servizi nazionali di controllo del territorio;

esperto nell'elaborazione statistica dei dati relativi a problematiche ambientali;

tecnico esperto di fabbricazione e caratterizzazione di dispositivi a stato solido;

tecnico esperto nella deposizione di film sottili;

tecnico esperto nei settori del vuoto e della criogenia;

esperto nella progettazione di sistemi di misura e controllo automatico di sistemi di produzione;

esperto nella modellizzazione e nella simulazione numerica come supporto ad attività produttive e nell’analisi della criticità dei processi in ambiti tecnologici diversi;

analisti e progettisti di software applicativi e di sistema;

esperto di tecniche geofisiche per la ricerca mineraria e petrolifera;

tecnico esperto per la microzonazione sismica.

Con la laurea in Fisica inoltre si può sostenere (previo tirocinio) l'esame di esperto qualificato di primo livello per l'iscrizione all'albo professionale omonimo e successivamente accedere gradualmente al ruolo di esperto esperto qualificato di secondo e terzo livello.

Tale qualifica abilita ai controlli di qualità su alcune categorie di apparecchiature elettromedicalie e ad alcuni tipi di monitoraggio ambientale.

L' accesso al terzo livello è (essenzialmente) riservato ai soli laureati Magistrali in Fisica ed è la qualifica indispensabile per il controllo e la gestione di reattori nucleari.

Sandro PACE
Mario SALERNO
Giuseppe VITIELLO
Carmine ATTANASIO
Massimo BLASONE
Cristiano BOZZA
Federico CORBERI
Gaetano LAMBIASE
Mario SALERNO
Giuseppe GRELLA
Salvatore DE PASQUALE
Carmine ATTANASIO
Gaetano LAMBIASE
Giuseppe VITIELLO
Massimo BLASONE
Cristiano BOZZA
Valerio BOZZA
Fabrizio BOBBA
Roberta CITRO
Federico CORBERI
Fabrizio ILLUMINATI
Sandro PACE
Godano CATALDO
Roberto SCARPA
Paolo CAPUANO
Anna Maria CUCOLO
Filippo TERRASI
Lucio GIALANELLA
Livio GIANFRANI
Luciano Jacopo D'Onofrio
Biagio De Simone
Francesco Di Filippo
Gennaro Martone
Dario De Stefano
Fonte AVA-SUA
  • Ateneo