Logo UNISA

Opinioni degli Studenti

L'Università degli Studi di Salerno rileva le opinioni degli studenti e dei docenti attraverso questionari somministrati on line.
Sono chiamati a compilare i questionari tutti gli studenti in corso (in quanto destinatari del progetto formativo del Corso di Studio), iscritti ai corsi di laurea, laurea magistrale e laurea magistrale a ciclo unico, ai quali viene chiesto di esprimersi in merito a: insegnamenti, docenti, corso di studi, aule, attrezzature, servizi di supporto. È inoltre erogato un questionario ai docenti che svolgono le attività didattiche (Scheda n. 7 ANVUR).

Per l'anno accademico 2017/18 saranno attivi e somministrati con tempistiche differenziate questionari:

  • destinati agli studenti che dichiarano di essere "frequentanti", ovvero di aver frequentato più del 50% delle lezioni (Scheda n. 1 ANVUR) (Scheda n. 2 ANVUR) ;
  • destinati agli studenti che dichiarano di essere "non frequentanti", ovvero di non aver frequentato o di avere all'attivo una percentuale di frequenza delle lezioni non superiore al 50% (Scheda n. 3 ANVUR) (Scheda n. 4 ANVUR).

I questionari sono resi disponibili agli studenti progressivamente in corso d'anno nella propria area riservata (ESSE3) sul sito web di Ateneo.
Inoltre, per dar conto allo studente del grado effettivo della sua partecipazione al processo, diretto non solo alla assicurazione della qualità ma soprattutto ad un continuo miglioramento della didattica, il Senato Accademico, nella seduta del 26 settembre 2013, ha approvato la pubblicizzazione dei risultati della valutazione, deliberando di renderla sistematica ed omogenea per tutti i corsi dell'Ateneo.

Si evidenzia, infine, che i questionari sono gestiti a mezzo di una procedura informatica che utilizza le credenziali degli studenti solo al momento dell'accesso al sistema, e pertanto garantisce in modo assoluto l'anonimato delle rilevazioni.

Al fine di fornire risposta ai quesiti più frequenti relativi alla procedura sono state create le seguenti FAQ a tema.

1. Quale è la finalità della raccolta delle opinioni degli studenti attraverso i questionari?
L’opinione degli studenti viene rilevata per fornire agli organi di gestione del Corso di Studio e, in generale, agli Organi di governo dell’ateneo, informazioni da utilizzare al fine del miglioramento dell’offerta didattica e/o della correzione/eliminazione di criticità rilevate in un’ottica di potenziamento della Assicurazione Qualità del CdS. L’attività è inoltre richiesta per le finalità legate alla redazione della relazione annuale del Nucleo di Valutazione di cui alla L. 370/1999.

2. Come vengono rilevate le opinioni degli studenti e dei docenti?
La rilevazione viene effettuata on line (in area riservata studenti/docenti) secondo quanto disposto dal Senato Accademico nella seduta del 24 settembre 2013.

3. La rilevazione on line dell’opinione è anonima?
Sì. L’opinione raccolta è resa anonima in quanto la procedura è gestita da un sistema indipendente che non registra le credenziali utenti.

4. Quali sono gli studenti che hanno titolo a compilare il questionario?
La scelta effettuata dall’ateneo è quella di rilevare l’opinione sia degli studenti frequentanti che di quelli non frequentanti, che siano in corso rispetto alla durata normale del corso di studio.

5. Perché agli studenti fuori corso non è consentito compilare il questionario?
La scelta di limitare l’indagine ai soli studenti in corso è fondata su due ordini di considerazioni. Il primo è legato al cambio di prospettiva introdotto dai requisiti di Assicurazione Qualità dei Corsi di Studio previste nelle procedure per l’Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento (AVA) predisposte dalla Agenzia Nazionale per la Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR). La logica che sottende le nuove procedure e che si traducono nel sistema documentale introdotto con la Scheda Unica Annuale del Corso di Studio è quello di valutare la corrispondenza tra obiettivi di un progetto formativo e risultati conseguiti. La valutazione di questi risultati va evidentemente effettuata verificando la soddisfazione dei fruitori per i quali il servizio formativo è progettato (quindi gli studenti in corso), oltre che gli esiti in termini di destini professionali dei laureati di quelle coorti di studenti. Il secondo motivo, di carattere tecnico, riguarda la oggettiva complicazione della possibilità di accertare in quale anno uno studente fuori corso frequenta un determinato insegnamento. Questa incertezza può influenzare la consistenza degli esiti delle valutazioni.

6. Quali questionari sono attivati per l’A.A. 2017/18?
In linea con le previsioni dell’ANVUR sono attivati e somministrati cinque questionari: 1) per gli studenti con frequenza alle lezioni superiore al 50% (Scheda n. 1 ANVUR) (Scheda n. 2 ANVUR); 2) per gli studenti non frequentanti o con frequenza alle lezioni inferiore al 50% (Scheda n. 3 ANVUR) (Scheda n. 4 ANVUR); 3) per i docenti che svolgono l’insegnamento (Scheda n. 7 ANVUR).

7. Come viene rilevata la frequenza degli studenti ai fini della scelta del questionario da somministrare?

Come deliberato dal Senato Accademico nella seduta del 24 settembre 2013, nelle more dell’implementazione di una procedura che permetta una rilevazione effettiva della frequenza per tutti gli studenti dell’Ateneo, il grado di frequenza sarà autocertificato dallo studente all’atto della compilazione del questionario.

8. Lo studente che frequenta il corso secondo le previsioni del suo piano di studi ma decide di rimandare l’esame può comunque valutare l’insegnamento?

Si, purché esprima la sua opinione entro il termine di chiusura della rilevazione.

  • Ateneo